tavolo 5

Differenze tra legno duro e morbido (analisi pori)

Differenze tra legno duro e morbido

In netto contrasto con la semplice anatomia dei legni teneri, i legni duri del mondo esibiscono un’infinita serie di motivi a venature e motivi intricati; ed è in questa complessità che prende vita la sfida (e la gioia) dell’identificazione del legno.

ELEMENTI ANATOMICI
Se visti dall’estremità, i vasi sembrano semplicemente essere buchi nel legno, quelli che vengono comunemente chiamati pori. In un albero vivo, i vasi fungono da condutture all’interno del tronco, trasportando la linfa all’interno dell’albero.

I legni teneri sono completamente privi di vasi e invece si affidano ai tracheidi per la conduzione della linfa. Gli elementi dei vasi sono il tipo più grande di cellule e, a differenza degli altri tipi di cellule del legno duro, possono essere visualizzati individualmente, spesso anche senza alcun tipo di ingrandimento.
I legni duri sono inizialmente suddivisi in tre categorie principali in base alla disposizione dei loro pori, comunemente chiamata porosità.

semi cerchi pori nel legnoNelle zone temperate, non è insolito che i pori del legno duro corrispondano alla stagione di crescita annuale, con pori più grandi che formano una fascia o un anello lungo la zona del legno precoce. Questa categoria di porosità è chiamata porosa ad anello.

 

 

 

 

 

 

pori diffusi nel legnoLa seconda categoria, comune in molte specie tropicali, si verifica quando i pori sono distribuiti uniformemente in tutto il legno. (Gli anelli di crescita possono ancora essere distinguibili attraverso altri tipi di cellule, come le bande del parenchima o un cambiamento di colore nelle fibre del legno, ma gli elementi più grandi – i pori – saranno sparsi e diffusi in tutto il legno.) Questa categoria di porosità è chiamato diffuso-poroso.

 

 

 

 

 

semi cerchi pori nel legnoInoltre, si vede anche una terza disposizione intermedia, che a volte è difficile da definire. Comprende legno che ha pori che sono generalmente equidistanti ma di grado da grande a piccolo tra gli anelli di crescita, suggerendo sottilmente i confini di crescita. (Anche le specie legnose con pori di dimensione uniforme disposti in fasce deboli o rotte sono considerate parte di questa categoria intermedia.) Questa categoria intermedia di porosità è chiamata in modo intercambiabile o semi-anello-poroso o semi -diffuso-poroso; per semplicità, questo gruppo sarà indicato come semi-poroso ad anello.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

preloader